MARIA LAI PERSONALE A MILANO


TRACCE DI UN DIO DISTRATTO, la voce di Maria Lai

Servizio di Francesca Ancona

Sappiamo tutti che l’arte è l’espressione esterna di ciò che dimora all’interno dell’essere, uniamoci anche una grande sensibilità (immancabile), poeticità, il vissuto, la propria storia, le esperienze, le cose che abbiamo negli occhi, che respiriamo, che ascoltiamo, le origini, ed ecco come l’arte diventa parte personale e unica. Maria Lai, classe 1919, nasce in quella Sardegna magica e ricca di favole e storie di pastori e di tessitrici vestite di nero. Ha una storia particolare alle spalle, inizia a frequentare la scuola tardi, a nove anni, ma subito entra in un contatto profondo con le parole e la poesia. Il disegno, uno dei tanti suoi amori, è lo strumento per mettere fuori queste parole, strofe, per raccontare le storie, le storie della sua terra. E poi c’è la stoffa, i fili e i telai, gli oggetti che hanno visto i suoi occhi di bambina, ottimi strumenti per poter dire quelle cose che si vogliono dire. Tutto serve a Maria per raccontare, nessun oggetto è inutile, niente è lì per caso. Così nascono i libri di stoffa con i fili che cadono a casaccio come capelli neri sparpagliati e poi si prende spunto anche dalle leggende, Maria usa un lunghissimo telo azzurro per legare le case del borgo e unirle alla montagna, con la partecipazione della gente del paese che si lega a sua volta umanamente. Ecco chi è Maria Lai, una bambina che gioca come ha detto in una frase famosa “Giocavo con grande serietà, a un certo punto i miei giochi li hanno chiamati arte”, una grande artista di successo che ha schivato il clamore che esso porta, per amore della solitudine e della natura, della certezza e della verità delle cose, scegliendo ancora i posti amati, gli oggetti che l’hanno sempre circondata da quando era bambina. Manuela Gandini ha curato la sua personale che sarà inaugurata a Milano il 7 settembre 2013 alla Nuova Galleria Morone. Un evento, una mostra molto attesa e di grande interesse, poesia e magia, per riascoltare e vedere le parole di Maria Lai.

L’artista Maria Lai

TRACCE DI UN DIO DISTRATTO

Curatrice: MANUELA GANDINI

NUOVA GALLERIA MORONE, Via Nerino 3, Milano

7 Febbraio | 27 aprile 2013

Inaugurazione: 7 febbraio, ore 18

Orari: dal martedì al sabato 11 | 19